Walk with Peter, l'ultima tappa del suo viaggio

Peter è arrivato a destinazione: il 10 novembre ha pubblicato su facebbok il suo arrivo a San Benedetto del Tronto e l'accoglienza del sindaco Pasqualino Piunti, e il capo del suo gabinetto. Ecco il suo report:

10 NOVEMBRE: Dopo più di 400km di asfalto, paesini, rovini, boschi e montagne ieri ho finalmente raggiunto San Benedetto del Tronto e il termine del mio cammino. Sono stato accolto dal sindaco di San Benedetto, Pasqualino Piunti, e il capo del suo gabinetto, Luigi Cava. Più tardi io e Francesco D'Amore - il filmmaker che mi ha accompagnato in questo viaggio - abbiamo incontrato Raffaella Milandri dell'Omnibus Omnes - Tutti per tutti e la vedova di un uomo che si è suicidato dopo i terremoti. È stata un'intervista molto commovente e ci ha confermato che i danni psicologici dei terremoti possono essere devastanti quanto quelli fisici o strutturali, e forse sono ancora più difficili da combattere. Ci sono ancora tante persone che hanno bisogno di aiuto nelle zone terremotate e Walk With Peter continuerà a dare una mano. E' aperta a tutti indistintamente. Segnalare la partecipazione alla Segreteria Trekking Tel n. 0774637405
Martedì e Giovedì dalla ore 9,30 alle ore 12,30.

 Dopo la tappa dei Monti Lucretili, il nostro amico Peter ha proseguito il suo cammino per le zone terremotate pubblicando molte foto che stanno catturando l’attenzione dei nostri amici di facebook.  Di seguito vi riportiamo degli estratti dei suoi report. Per adesso ti abbracciamo forte caro Peter.

GUARDA IL VIDEO DELLA QUARTA TAPPA :

 

GUARDA IL VIDEO DELLA QUINTA TAPPA:

 

I REPORT DI PETER:

26 OTTOBRE: La quinta giornata di Walk With Peter: Poggio Moiano-Rieti, 31km lungo il Cammino di Francesco. La tappa di ieri è stata non solo un cammino attraverso dei passaggi stupendi (soprattutto la vista insolita sui ormai lontani Lucretili da una parte e Navegna e Cervia dall'altra, e la maestosa presenza del Terminillo) ma anche un viaggio nella storia, dai resti romani (l'anfiteatro di Monteleone Sabina) ai ricordi di una strage naziste. Grazie al mitico Daniele Moschini per la compagnia è ospitalità. Grazie mille anche a Giulio Borsi e NewLife Rieti per l'ospitalità a Rieti.
Arrivato a Pian de Valli sul Monte Terminillo. Sto a 1625m, quindi oggi ho già fatto 1220m di dislivello. Mi mancano ancora 600 per arrivare in vetta. Ora un piatto di fettuccine al ragù di cinghiale (grazie a Barbara al 'Sfizi di Iri') poi la cima!
Fatto! Oggi da Rieti a Terminillo: 20km+ e 11 ore di cammino, 1800m di dislivello. Con l'arrivo in cima c'è il regalo di un tramonto stupendo e una bellissima dicesa notturna dalla montagna. C'è stato anche il piacere di raggiungere Francesco D'Amore e Irene Scasciafratti. Walk With Peter raggiunge quota 2000m!

 GALLERIA FOTOGRAFICA DA POGGIO MOIANO A RIETI


29 OTTOBRE: Oggi - dopo una notte freddissima in tenda - mi trovo in Umbria, lungo la strada per Cascia e Norcia. Qua sono a circa metà strada del mio cammino. L'obiettivo di oggi: arrivare a Castelluccio di Norcia per domani mattina, l'anniversario del grande terremoto dell'ottobre scorso. L'unico ostacolo è una caviglia gonfia e fastidiosa che mi rallenta il passo ma ce la farò!

GALLERIA FOTOGRAFICA VERSO CASCIA E NORCIA


30 OTTOBRE: Arrivato a Castelluccio dopo circa 5 ore di cammino. Questo è forse per me il posto più bello che ho visto in Italia. Oggi è il primo anniversario del terremoto che ha ferito gravemente il paesino e l'onlus di Castelluccio - Per La Vita Di Castelluccio Di Norcia Onlus - è una delle tre cause per cui raccolgo. Hanno un progetto per creare un centro di aggregazione per i sfollati del paese. Se vuoi aiutare visita www.retedeldono.it/it/walkwithpeter!

GALLERIA FOTOGRAFICA CASTELLUCCIO


31 OTTOBRE:Oggi sto salendo il maestoso Monte Vettore, la montagna più alta delle Marche e il Parco nazionale dei Monti Sibillini. Ora ho raggiunto l'ormai inagibile Rifugio Zilioli. Mancano ancora 200m per arrivare in vetta!

GALLERIA FOTOGRAFICA MONTE VETTORE


1 NOVEMBRE: Oggi mattina ho cominciato un percorso che mi porta nei prossimi giorni nella zona forse più danneggiata dai terremoti dell'anno scorso: da Pretare fino ad Amatrice e le sue frazioni. La prima tappa è Pretare, sotto il versante marchigiano del Vettore. Qui gli edifici, piuttosto di essere semplicemente crollati, sembrano che fossero stati sviscerati da una terribile esplosione o annientati durante una guerra.


2 NOVEMBRE: Ieri Walk With Peter ha raggiunto Pescara del Tronto e Tufo. A Pescara ci sono stati 47 morti durante il terremoto di agosto. Il paese non c'è più. Percorrendo la Salaria Vecchia ci sono un paio di edifici ancora in piedi ma completamente rovinati. Il resto del paese è scivolato giù in una frana di macerie. A Tufo non c'è rimasto niente. Le rovine sono state demolite e la maggior parte delle macerie portate via. Ora dove c'era un paese c'è un buco nero. Camminare in questi posti è difficile. Il dolore si percepisce e davanti gli effetti personali tra le macerie, davanti le storie e vite profanate e indifese l'istinto è quasi di non guardare, come atto di rispetto. Non mi sento sicuro che sia giusto o corretto scattare e pubblicare foto di questi posti - la sensazione che ho avuto era di essere un intruso nelle case degli altri - ma spero che le foto riusciranno a sensibilizzare la gente sulla situazione più di un anno dopo i terremoti.

GALLERIA FOTOGRAFICA PESCARA DEL TRONTO E DEL TUFO


3 NOVEMBRE:Nelle ultime due giorni ho attraversato la conca amatriciana e superato i Monti della Laga. Ieri - dopo i giorni precedenti ad Arquata del Tronto, Pescara del Tronto e Accumoli - ho visto la devastazione ad Amatrice e nelle sue frazioni. Durante questo cammino io e Francesco D'Amore abbiamo sentito il paesaggio del terremoto paragonato spesso a quello di una guerra. Passando in mezzo di frazioni come Sommati o la zona rossa di Amatrice, sembra veramente così. Lungo la strada da Accumoli a Capricchia abbiamo parlato con persone che hanno perso i loro cari, con altri che hanno perso la casa e l'azienda, e con i vigili del fuoco che c'erano il 24 agosto.

GALLERIA FOTOGRAFICA CONCA AMTRICIANA E MONTI DELLA LAGA


Dopo diversi giorni abbastanza difficili psicologicamente attraversando i posti più devastati dai terremoti del scorso anno, sto lasciando il cratere sismico. L'ultima fermata è stata Capricchia, dove sono stato ospite (e accompagnato) dal grande Silvio Clementi e la sua famiglia. Lì ho conosciuto la coraggiosa e resiliente signora Santina, che ha perso la figlia e nipoti durante il terremoto. Ho anche sentito la storia di Capricchia e come questo piccolissimo paesino - attraverso l'altruismo e determinazione della sua gente e l'aiuto di donazioni - è riuscito non solo a fornire alloggio temporaneo e viveri prima che arrivassero dallo stato, ma anche a raddoppiare la sua popolazione. Un'impresa straordinaria.
GALLERIA FOTOGRAFICA CAPRICCHIA
 

 ALTRE INFORMAZIONI SUL CAMMINO DEL NOSTRO AMICO PETER:

 Galleria fotografica della seconda tappa

 Peter ha terminato la seconda tappa della sua marcia attraversando un tratto di percorso che ricade nella nostra area naturale protetta. Il percorso partiva dal centro visita di Marcellina e terminava a Poggio Moiano. La prossima destinazione sarà Rieti. Quindi non ci resta che augurare il meglio a Peter e a tutti coloro che desiderano accompagnarlo in questa memorabile impresa.

Caro Peter noi ti seguiremo da lontano pubblicando sul nostro sito e postando sui nostri social le tue traversate.

Intanto vi riportiamo due estratti dal report di Peter pubblicato nella sua pagina facebook @walkwithpeteritaly

"Arrivato a Poggio Moiano ed è finita la quarta giornata! Quasi 24 ore nell'incredibile Parco dei Monti Lucretili - da ieri sera fino l'arrivo a Poggio Moiano ho visto tanti cinghiali, vacche e cavalli ma solo 3 persone di sfuggita. Stanotte  dormo nella restaurata chiesa di San Martino. Domani verso Rieti! "

"Le due giornate nel Parco dei Monti Lucretili sono finite e vorrei ringraziare loro che mi hanno accolto, aiutato e accompagnato. Grazie a Giancarlo e Mariana, Franca e Michele, Luciano Toriello, Silvia, Sabina, Matteo, Andrea, Ada, Tiziana, Sandro, Laura, Emanuela, il presidente del Parco Marcello Vasselli e la direttrice Laura Rinaldi. Grazie anche al Pensione Ristorante Monti Lucretili e il gentile Vincenzo Lattanzi e il suo buonissimo ristorante 'All'Oca e alla Graticola' a Marcellina. Soprattutto un grande saluto a Paolo Perrelli che mi ha accompagnato per tutta la terza giornata, Ferdinando Del Drago, Giorgina Scardelletti per la sua disponibilità e sostegno per la marcia, e il grande Vincenzo Lattanzi del Parco, non solo un esperto di natura e storia ma anche un uomo con cui è un piacere camminare."

 Notizia del 26/10/2017

A breve inizierà la marcia tanto attesa. Il Parco parteciperà come partner all'iniziativa. Il 22 ottobre si attraverserà un tratto della nostra area naturale protetta.

Siete tutti invitati ad aderire.

Visualizza l'intervista

Il 21 ottobre Peter iniziera' una marcia di 400 km attraversando l’Italia con l’intento di raccogliere fondi per le vittime dei terremoti dello scorso anno. Su facebook del Parcolucretili potrai trovare maggiori informazioni.

Intanto ti raccomandiamo questo link dove puoi trovare i post e gli album relativi all'iniziativa. L'album “The Walk” ti racconterà del percorso, in “Charities” e vedere la sezione “Supporters” che presenta  coloro che sostengono Walk With Peter ed infine, in "2016 Earthquakes in Italy" ci sono informazioni sui disastri dello scorso anno.

https://www.facebook.com/WalkWithPeterItaly/
 

 

Domenica 10 luglio 2016 I^ edizione di Natura senza barriere

27/06/2016  con FederTrek ed il Parco dei Monti Lucretili
 

...
Olio extravergine... il tesoro della Sabina

21/11/2017 Domenica 26 novembre dalle ore 09.00 alle ore 16.00
<...


Ente Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili | Viale Adriano Petrocchi, 11 - 00018 Palombara Sabina (RM)
tel: 0774/637027 | fax: 0774/637060 | Email: info@parcolucretili.it | PEC: ente@pec.parcolucretili.it | Codice fiscale: 94008720586
Credits - Note legali - Privacy